(1) - TRATTAMENTO MASSAGGIO TANTRICO RITUALE

Massaggio Emozionale di Liberazione

MASSAGGIO EMOZIONALE DI LIBERAZIONE

Protagonista importante per la crescita consapevole di ogni individuo, il Massaggio Emozionale di Liberazione nasce da  mani sapienti, attraversate da una antica conoscenza e da una piu’  moderna sapienza, qualità che vanno di  pari passo e che  rendono il trattamento di liberazione un percorso unico.

Attenzione, ascolto, tatto consapevole  e passione sono compagni di viaggio preziosi che  rendono questa tecnica emozionale unica nel suo genere, tra respiro e tocco sapiente,  strumento attuale nel lavoro evolutivo degli esseri umani, del nostro tempo.

Dietro ad ogni gesto e manovra c’è la ricerca di chi ha saputo intuire e dar vita, dopo approfondita ricerca, ad un metodo singolare per aiutare ad accelerare il processo di risoluzione di alcune problematiche che spesso  non lasciano libero l’essere umano di procedere nella realizzazione del suo progetto di via.

Una tecnica che vede la sua nascita dal connubio tra Mistica, Tantra e il  pensiero scientifico  Steineriano dato che arriva da conoscenze della via Teosofica.

Un trattamento che diviene una moderna tecnologia spirituale, un solido alleato per il cambiamento, che mantiene il livello di qualità come tratto distintivo e punto di riferimento per chi si sta davvero occupando della sua crescita emotiva e spirituale.

Il trattamento emozionale è un percorso di breve, ma incisiva durata, solo 5 trattamenti, che ha l’obbiettivo di sciogliere vecchi traumi inconsci, apportando un benessere immediato.

Un protocollo accurato nel  procedimento rende il trattamento di liberazione una tecnica su misura e calibrata. I tre centri nevralgici dell’uomo, quello istintuale, quello emozionale e quello celebrale vengono trattati in 5 appuntamenti.

in particolare i 5 incontri sono cosi’ suddivisi:

  • Il primo  secondo e terzo trattamento hanno  il compito di sgombrare la così detta  cantina. La zona viscerale è considerata il secondo cervello, l’istinto la parte che esegue il comando
    Per poter ridirigere la nostra vita occorre fare spazio a nuova progettualità, ma se la parte istintiva ha nella memoria ricordi che ci bloccano e ci limitano e pur impegnandoci con un pensiero nuovo la nostra vita non riparte come desideriamo occorre svuotare la cantina ovvero dare spazio a  nuove energie. Solo sgombrando la cantina da vecchie memorie e traumi piu’ o meno inconsapevoli possiamo ripartire verso una nuova progettualità.
  • Il quarto trattamento ha il compito di riportare al pensiero la sua lucidità chiarezza e linearità. Si lavora quindi sulla mente e sulla testa.
  • Il  quinto e ultimo trattamento sul cuore che è il ponte necessario per dirigere la nostra vita tra due forze quella istintuale e cerebrale con la mediazione di un energia che è il fondamento dell’essere umano.

Quello che viene proposto  è un  percorso, un tratto di strada insieme al fine di liberati da vecchi schemi e condizionamenti, vecchi traumi ancora lì assopiti ma che ogni tanto quando si risvegliano ti possono riportare in stati emozionali disfunzionali e a volte gravi.

Cinque trattamenti con una scadenza mensile di un ora circa per darti la possibilità di rimettere in circolo tutta quell’energia che per alcune ragioni, di cui ti puoi o no ricordare, e per eventi che magari addirittura ti sei dimenticato è rimasta fino ad ora li a ristagnare.

Dentro di te si sono sedimentate matrici automatiche di risposta alla vita, legate a rabbia, paura, tristezza, risentimento che possono oggi essere liberate per accedere alla felicita’ di vita e riconnessione con le proprie energie autentiche.

Entra in ci’ che ti frena attraverso la tua presenza e lascia scorrere, per un rapporto tantrico con la vita, le tue relazioni, il tuo lavoro.

Gli autori di questa pagina sono José & Resya Satchitshanti.