Circolazione dell’energia tantrica. Gli omologhi di genere possono attraversare il Tantra?

Nella circolazione delle energie tantriche, in particolar modo nei rituali sessuali, si sfrutta la differenza di potenziale che esiste tra energia maschile Shiva ed energia femminile Shakti, che e’ per nascita la piu’ potente in assoluto.

Tra due generi omosessuali siano essi maschili o femminili questa differenza di potenziale e’ minima, proprio perche’ i generi sono identici e l’organizzazione dei chackra e’ identica. Le rotazioni dei chackra sono identiche. Non si genera quella sufficiente tensione che permette la circolazione di una energia tantrica sufficiente. E non e’ un giudizio morale ed etico. E’ semplice constatazione oggettiva energetica.

Se voi provate ad accendere una lampadina la dovete porre tra un polo positivo e un polo negativo + e – . Se ponete la lampadina tra polarita’ omologhe – e – , + e + la lampadina NON si accende. Come mai?

Conclusione i gay e le lesbo possono attraversare il Tantra ?
Possono, ma non si inneschera’ comunque, per questioni energetiche, la tensione trasmutativa necessaria, e non e’ una questione etica, ma una semplice osservazione della organizzazione dei corpi sottili del genere umano. La energia tantrica che si puo’ sfruttare in un incontro con omologhi di genere e’ la sola differenza di potenziale che esiste tra il maschile interiore di uno e il femminile interiore dell’altro che pero’ tra gli omologhi di genere e’ generalmente molto limitata ovviamente essendo simili, non potendo sfruttare i flussi pranici principali emersi legati al sesso di nascita.

Anche se noi decidiamo mentalmente di frequentare un genere omologo i nostri corpi sottili continuano comunque a essere strutturati secondo la energie di nascita maschile o femminile, sia che ci piaccia sia che non ci piaccia.
Non c’e’ traccia infatti negli oltre 500 testi tantrici antichi esistenti di rituali con circolazione energetica tra uomo uomo o donna donna.
Stiamo parlando di principi energetici naturali insindacabili da qualsiasi tipo di convenzione sociale, culturale,etica e morale. Siamo prima di tutto cio’.
È come dire: “Gli uomini non potranno mai avere mestruazioni!”. È un discriminare gli uomini o considerarli figli di un Dio minore? E’ un dato di fatto strutturato ma Madre Natura.
Esistono delle verita’ energetiche che sono prima dell’etica e della morale, perche’ e’ la Natura nei milioni di anni ad aver strutturato la organizzazione sia nella materia, che nei corpi sottili in tale forma. Era cosi’ ai tempi dell’uomo di Cro-Magnon ed e’ cosi’ adesso.

Da antiche scritture di Tantra : (ILLUMINAZIONE APPASSIONATA – PAG. 249-250) di Miranda Shaw

“…una compagna e’ fondamento per la realizzazione della liberazione: Le amiche spirituali sono compagne che condividono la mentalita’ dello Yogi e ..generalmente riconoscono l’indispensabilita’  dello yoga dell’unione per il raggiungimento della buddita’.e…abbracciare fisicamente una consorte diventa necessario per indirizzare tutti i pervasivi venti energetici nel canale centrale …. Si crede che meditare in unione sessuale con un partner umano possa offrire un vantaggio significativo rispetto alla meditazione solitaria, L’aggiunta dell’energia del partner aumenta l’intensita’ e il potere della meditazione . La fusione aggiunge la qualitita’ e la qualita’ dell’energia di ogni partner, accelerando le pratiche dello yoga interno…..”

Una considerazione sui generi omologhi. 

Qui non si sta parlando di chi ha fatto una esperienza saltuaria a livello esplorativo sessuale con un omologo di genere. Il Tantra lo considera una esperienza di conoscenza del se’. Qui stiamo trattando di chi si e’ polarizzato ossessivamente in un genere e non riesce piu’ a relazionarsi in forma eterosessuale nell’incrocio delle energie Tra Shiva e Shakti. Sorge quindi un blocco che non permette piu’ di fare esperienza.
Stiamo andando nella direzione di un estremo. In passato eravamo nella assurdita’ che se i generi omologhi confessavano la loro situazione venivano impiccati. Eravamo nell’estremo della intolleranza totale.

Ora stiamo scivolando in un estremo opposto. Non e’ piu possibile parlare di gay o lesbo altrimenti si viene subito tacciati aggressivamente di non essere politicamente corretti e di essere discriminanti. Non si vuole vedere una realta’ e si mette la testa sotto la sabbia. Mode disfunzionali ossessive radical chic della societa’ del capitale.
Sentiamo cosa accenna Salvatore Brizzi, il famoso ricercatore spirituale.

“….Il punto è che l’omosessuale vuole essere considerato a tutti gli effetti “normale” pur tenendo un comportamento che normale non è. Credo che dal desiderio di tolleranza verso chi è diverso si stia sfociando nel “fanatismo al contrario”: tutto deve essere considerato normale, altrimenti è discriminazione.
Siamo in una condizione di ipocrisia sociale tale per cui si ha timore di affermare l’ovvietà per paura di essere tacciati di omofobia. Sta divenendo normale un comportamento non normale e al contempo diventa anormale chi si permette di farlo notare….”

Qualcuno ha dei dubbi che attraversare l’energia omologa sia congruo?

Proviamo a ipotizzare che tutta la razza umana si polarizzasse nella energia omologa. Uomini con uomini e donne con donne. Nell’arco di un centinaio di anni l’intero genere umano si estinguerebbe. La completa distruzione della nostra specie. Occorre riflettere su questo.

La devastazione dei rapporti sociali generata dalla disfunzione della societa’ del capitale ci porta nella direzione di scelte estreme. Non riesco a relazionarmi in forma eterosessuale, perche’ ci sono continui conflitti e incomprensioni, e allora mi sperimento nell’omologo di genere nella ricerca di una vana via di uscita. 

Esistono solo casi estremamente rari in cui la Natura ha fatto confusione nel suo compito di differenziazione (uomini con genoma XX e donne con genoma XY), ma si tratta di casi isolati e molto rari, legati spesso ad alcune patologie che hanno impedito al feto di svilupparsi secondo la sua indentita’ di genere.

Attraversare una energia omologa di genere, invertendo il destino di nascita come genere maschile o femminile non e’ privo di rischi sia a livello karmico, che a livello di potenziali danni a livello dei centri sottili e delle auree umane.
Si va nella direzione di sconvolgere la circolazione energetica dei Nadi (i canali di flusso della energia pranica vitale) sia a livello dei Nadi crociati e dei Nadi paralleli, che l’energia centrale Sunsumma della Via Reale.

La incoerenza quindi oggi non e’ tanto essere tolleranti e accoglienti con chi vuole attraversare questa esperienza polarizzante, se una persona si ammala di cancro non per questo non viene aiutata e sostenuta.

Ma occorre anche riflettere sulla incoerenza di alimentare in forma ipocrita e forzosamente che va tutto bene, che non ci sono conseguenze,anzi e’ addirittura auspicabile e perfino confondere i nostri giovani adolescenti spingendoli nella direzione dell’omologo di genere.

Poi ognuno compia la propria strada ed esiste il libero arbitrio,ognuno e’ reponsabile del proprio destino e ne paghera’ le conseguenze karmichema non ci dobbiamo raccontare fandonie.

 I tantrici , come insegnano i testi sacri antichi, esercitano il principio del discernimento, altrimenti ci si smarrisce nei mille rivoli dispersivi del moralisimo perbenista e della New Age. Non siamo nel campo della etica o della morale, siamo nel campo delle energie di nascita di genere. Questo aspetto travalica ogni concetto e ogni moralismo, perche’ l’energia animica che discende e si alloca nei chacra del feto circa sei mesi prima della nascita all’atto della differenziazione energetica tra maschile e femminile, non segue nessuna etica e nessuna morale umana. Invertire nella incarnazione l’energia di nascita e’ una grave violazione energetica.

Dobbiamo conoscere la realta’ per quella che e’, non e’ congruo a livello di Verita’ Divina piegare la realta’ energetica alla nostra visione soggettiva, perche’ ignoriamo la organizzazione dei corpi sottili, solo per essere politicamente corretti radical chic, perche’ e’ una moda o per sentirci in pace con i nostri sensi di colpa interiori.

Jose’&Resya – TantraLove

CIRCOLAZIONE DEI CHACRA NEL MASCHILE E FEMMINILE

CHACKRA ALTERNATIVAMENTE RADIANTI (SPIRALE ROSSA USCENTE) E CHACKRA RICETTIVI (SPIRALE BLU ENTRANTE) TRA MASCHILE E FEMMINILE 

CIRCOLAZIONE ENERGETICA DURANTE UN RITUALE TANTRICO TRA UOMO E DONNA

Gli autori di questa pagina sono José & Resya Satchitshanti.