Oltre il dualismo della societa’ del Capitale

L’evento del Coronavirus ci permette, tra molte cose di osservare parecchi aspetti della nostra societa’ del Capitale malata. Ci permette di osservare il nostro stato di animo e delle emozioni. E ci permette di osservare anche quale e’ la ideologia dominante. 

La societa’ del Capitale, tutta tesa all’accumulazione del denaro, e’ in fondo la manifestazione del Kali Yuga, la epoca oscura del Ferro, come ci ricordavano gli antichi maestri. Il denaro in se’ non e’ ne’ negati vo ne’ positivo, e’ una forma di energia. E’ la sua accumulazione ossessiva che schiaccia la vita umana ad essere deleteria.

L’ideologia dominante che sembra apparire, che e’ tipica della societa’ del Capitale basata sulla competizione, e’ la logica della DUALITA’ E DIVISIONE, aspetto avverso al tantrismo. La via tantrica, che non e’ stupida, riconosce che sul pianeta Terra e’ presidiato dalla logica della divisione, ma vorrebbe anche andare oltre a questo. 

“…Pur essendoci la realtà esteriore, la coscienza è una; essa, in virtù della percezione di più cose diverse, prende un aspetto simile alla molteplicità, ma non diventa molteplice…“. Abhinavagupta Maestro tantrico XI.sec

Uno degli aspetti che abbiamo potuto osservare e’ la forte presenza del NAZIONALISMO.

Compra Italiano, bandiere a tutto spiano, alle finestre, ai balconi, sventolate, post che girano in rete molto aggressivi sul fatto che L’italia sarebbe stata svenduta ai poteri forti tedeschi. 

Al 25 aprile nel nostro gruppo di case hanno cantato l’Inno di Italia con i megafoni.  Attacchi ai governi degli altri paesi per l’ingerenza rispetto all’Italia. Rabbia perche’ Conte ci averebbe svenduto al MES.

Tutto vero e plausibile ragionando con lo schema della societa’ del Capitale, che e’ fondata sulla competizione dualistica aggressiva del TUTTI CONTRO TUTTI. Tutti i mercati contro tutti i mercati. Se io vendo una mozzarella italiana ci sara’ qualcuno nel mondo che avra’ invenduta una mozzarella francese.

Occorre fare pero’ un distinguo.

Cio’ che fanno i Governi stranieri non e’ cio’ che pensano i popoli stranieri. Cio’ che fa il Governo Francese non rappresenta necessariamente cio’ che pensa il popolo francese (il moto dei Jilet Gialli lo ha dimostrato), o inglese, o tedesco, cosi’ come cio’ che fa il governo Italiano non rappresenta necessariamente cio’ che pensano gli italiani. Lo possiamo osservare dal flusso delle proteste che si manifesta.

Quindi un conto sono i popoli e un conto sono i governi che li assoggettano. Occorre non fare confusione. Se noi confondiamo il popolo con il governo, cadiamo nel gioco della manipolazione. Noi NON ci sentiamo rappresentati dal Governo Italiano e ne siamo consapevoli, cosi’ accada all’estero. Abbiamo potuto constatare manifestazione in questo periodo in molte parti del mondo, Israele, Germania, Francia, USA, Canada……

Quando noi viaggiamo per il mondo non troviamo in altri paesi aspetti e persone molto diversi da noi. Famiglie che amano i propri figli, che lavorano, che hanno una casa dove vivere, visitano con noi gli stessi posti, amano andare al mare, che piace il cibo buono ecc.

Non vediamo popoli e persone tese a voler assoggettare gli altri, sono come noi. Si fanno i cazzi propri. Altro discorso sono i governi e i poteri forti che li assoggettano e dominano. Hanno il nostro stesso problema.

Ora la lotta contro il governo nazionale che ti vuole assoggettare, controllare, reprimere e manipolare e’ sacrosanta, perche’ la Liberta’ e’ un concetto forte per il Tantra. La Parola Tantra e’ possibile tradurla anche come Mezzo di Liberta’. Il “nemico” non e’ fuori, il “nemico” e’ in casa nostra.

Se pero’ questa “lotta” si ferma a quel punto, diventa che il prossimo passo e’ la lotta contro gli altri popoli per tutelare gli “interessi nazionali”. 

Questa e’ l’anticamera per la Terza Guerra Mondiale, che con ogni probabilita’ sara’ un olocausto nucleare con diverse centinaia di milioni di morti secondo molti studiosi. Altro che i morti per influenza stagionale.

Occorre andare oltre, occorre vedere con sguardo allargato che comprende tutte le cose, per non cadere nella manipolazione dei poteri reali, che agiscono sempre nell’ombra, e mai alla luce del sole.

La questione del COVID19, ha svelato agli occhi di chi vuole vedere, che tutti i popoli stanno lottando contro un governo sovranazionale, alcuni lo chiamano Deep State, che cerca di perseguire la logica del capitale che e’ la logica del denaro, la logica della accumulazione capitalistica.

Questa logica non guarda in faccia a nessuno, ne’ al popolo italiano, ma neanche a quello francese o giapponese o spagnolo. Se per guadagnare dei soldi ti devo iniettare pericolosi e inutili vaccini con cellule di feto umano nel tuo sangue, io multinazionale me ne fotto e te lo innietto e cerco di trovare il modo per obbligarti, giusto per fare un esempio tra i mille odierni, ora all’ordine del giorno.

La logica stessa della sopravvivenza stessa dei nostri figli e’ in mano nostra e alla nostra coscienza e consapevolezza per non essere presi dentro ai meccanismi dominanti del tutti contro tutti. E’ una lotta sovranazionale di tutti i popoli avversi al governo sovranazionale delle multinazionali di ogni specie.

Ne va della nostra stessa vita. I tantrici antichi dicevano che in caso di superamento della logica del capitale, si aprirebbe  L’Eta dell’Oro, altrimenti si riapre di nuovo il ciclo karmico terrestre con di nuovo la distruzione del pianeta e la ripartenza del ciclo della civilta’ dai tempi della pietra.

Antichi testi parlano che siamo gia’ alla settima volta che distruggiamo il pianeta non avendo imparato. Il karma non ha problemi ha davanti a se’ i milioni di anni a venire. Ecco il significato delle costruzioni antiche inspiegabili, come le piramidi che non riusciamo a collocare temporalmente.

Sara’ questa la volta buona?  Avremo capito?

Jose’&Resya – TantraLove.

“…Tra noi e l’esperienza della luce si frappone una specie di schermo, che non è un’entità a sé stante, bensì è espressione della libertà stessa della Coscienza, che, sotto le sembianze di Maya, vede e offusca se stessa a se stessa. Se questa macchia o illusione o magia, non esistesse e ognuno potesse già sperimentare questo primo momento del conoscere in tutta la sua pienezza, noi saremmo già liberi: tutti gli sforzi ulteriori, i libri, la parola, il pensiero stesso sarebbero inutili. L’insegnamento, l’esercizio non hanno come meta altro che l’eliminazione di questo incantesimo che ci proibisce di vivere e sentire questo momento Pre-discorsivo del conoscere, in cui la realtà appare così com’è, prima dell’intervento del pensiero congetturale, concepito come potenza offuscatrice e differenziatrice……”

Abhinavagupta Mistico Tantrico Kashmiro XI sec.

 

 

 

 

Gli autori di questa pagina sono José & Resya Satchitshanti.

Vuoi rimanere in contatto?

Abbiamo il piacere di informarti quando e dove organizziamo eventi, corsi e serate, in tutta Italia o all'estero.

Sei: