Come agisce il massaggio

Il massaggio agisce a livello fisico, mentale e spirituale. Restituisce equilibrio e armonia a una mente turbata o a un corpo teso, aiuta a sentirsi meglio con noi stessi, e ci lascia una visione della vita più fresca e ottimistica. E’ il miglior antidoto contro i dannosi effetti delle tensioni croniche e impedisce che lo stress diventi una condizione permanente.

Il corpo umano possiede una straordinaria capacità, di rinnovare e rigenerare se stesso. Questo meccanismo di autoregolazione (omeostasi) consente al nostro organismo di mantenere uno stato di equilibrio interno anche dopo che ogni suo sistema è stato sottoposto a degli sforzi per far fronte a pressioni esterne.

Lo stress cronico che persiste da lungo tempo, inibisce questo naturale processo di autoregolazione.
Quando il nostro organismo è costretto a costanti sollecitazioni, viene privato del tempo e dell’energia necessari a ristabilire una naturale condizione di armonia.
Il massaggio interviene allora permettendo all’organismo di portare a termine la sua cura, regolando il funzionamento del sistema nervoso autonomo.

Quando l’organismo è su di giri per lo stress, il sistema simpatico elabora una risposta del tipo “fuga o lotta”.Ormoni quali l’adrenalina e il cortisone entrano nel circolo sanguigno, il cuore batte + velocemente e le funzioni digestive cessano la propria attività.

Non vi saranno problemi se una volta passata l’emergenza ci rilassiamo, ma se continuiamo a reagire alle sollecitazioni finiremo in uno stato di allarme permanente, logorando il nostro organismo e portandolo verso la malattia. Il sistema parasimpatico che disinnesca le reazioni di “fuga o lotta” resterà dunque bloccato. Il massaggio stimola il ripristino delle condizioni normali e induce il rilassamento.

E consigliabile non sottovalutare l’importanza di dominare lo stress, e di lasciar spazio alla distensione.
Gli ormoni dello stress, che l’organismo produce quando ci sentiamo minacciati possono danneggiare il sistema nervoso, gli organi del sistema immunitario in una sequenza di effetti che si perpetua autonomamente. La stimolazione dell’ipofisi che ha effetto sulla produzione di adrenalina e cortisone. Se a causa di una condizione di stress non curata, la produzione di cortisone continua incontrollata, il sistema immunitario verrà indebolito e l’organismo resterà indebolito e indifeso di fronte ai virus.

Il rilassamento agisce anche sulla mente, durante il giorno quando siamo svegli, pensiamo e siamo concentrati, le onde celebrali si propagano sulla frequenza “beta”. Più diventiamo ansiosi + ci sintonizziamo sulla frequenza beta, se ci rimaniamo troppo a lungo non solo miniamo il nostro sistema immunitario, ma diverremo affaticati e predisposti agli infortuni.
Il rilassamento profondo invece  ci conduce sulla frequenza “alfa” molto + lenta uno stato contemplativo simile al trance, in grado di ricaricare l’organismo persino + del sonno.
La ricerca ha dimostrato che un regolare riposo di tipo meditativo come il massaggio può aumentare le difese immunitarie, migliorando la risposta dei globuli bianchi allo stress.
Il massaggio è forse il modo più semplice di indurre un simile rilassamento dato che un individuo cronicamente stressato può avere difficoltà nel raggiungere autonomamente questo stato di relax.

Il rilassamento profondo, è uno stato altamente piacevole. Durante il riposo il ns. corpo produce endorfine, gli ormoni che alleviano il dolore e provocano sensazioni di contentezza e euforia, una azione più efficace di qualsiasi farmaco. Il contatto corporeo rappresenta di per sé una grande fonte di piacere. A livello pelle esistono infatti una grande quantità di ricettori nervosi, che una volta stimolati trasmettono al cervello sensazioni di piacere.
Il massaggio dunque oltre ad avere un’enorme valenza terapeutica, rappresenta un percorso essenziale per la scoperta del benessere autentico.

Gopala

Gli autori di questa pagina sono José & Resya Satchitshanti.