Eros tra Uomo e Donna

Un Lingam flaccido e poco Eros nella Virilita' dell'Uomo compromette il Cuore delle Donne, perché non riesce a generare abbastanza calore per far si che il Cuore delle Donne si apra e si sciolga. 

Superata una prima fase del femminile che predilige dolcezza e accoglimento, quando il rush erotico delle Donne si innalza l'energia cambia e le Donne liberate anelano la Virilita' maschile, il sentire la Forza dell'Uomo e anzi la incitano anche, ma il Lingam deve essere sempre connesso alla presenza del Femminile, non puo' essere autoreferenziato.

Infatti un pene che penetra con troppa brama, compromette il cuore delle Donne, perché le Donne percepiscono che l'Uomo non e' connesso. Il cuore femminile necessita di presenza e connessione e quelle qualità provengono da un Lingam che penetra con Empatia. Penetrare con empatia significa rimanere nel Qui e Ora nel continuo ascolto reciproco di come si muovono le energie assecondandole, percependo il flusso e il riflusso energetico tra maschile e femminile.

Per contro una Donna troppo fredda e distaccata non alimenta l'Eros dell'Uomo per fare in modo che l'energia inizi a circolare trasmutando l'Eros dell'Uomo, rendendo il suo Lingam turgido e colmo di desiderio. Una donna fredda e frigida spegne fin dal suo inizio la circolazione energetica tra maschile e femminile, al di la' della virilita' dell'Uomo. Il cerchio non si puo' innescare, perche' la porta e' chiusa, nulla puo' passare.

Mentre una donna appassionata puo' far sorgere e accendere la energia trasmutandolo in un uomo virile, anche quando non lo e' molto (cioe' alimenta e scioglie il Maschile) molto piu' difficile e' il contrario. Un Uomo Virile non puo' accendere una donna fredda, se questa chiude energeticamente. Quindi l'apertura femminile e' molto importante anche nel Tantra oltre che in un amplesso comune. Molti Tantra hanno spiegato che la Donna nel Rituale del Maithuna, per fare in modo che le energie possano circolare, occorre che sia appassionata, calda, priva di giudizi e priva di vergogna. Il Tantra insegna anche a mollare i giudizi, mollare gli schemi che frenano la nostra energia per rendere la propria vita appassionata.

“…L'impulso sessuale si rileva proprio nel segno dei suoi piedi congiunti, finche' rivolta ad una sua amica questa giovane dice : "O mia cara dalle belle forme, guarda il mio compagno! Io ho desiderio ardente del segno delle sue unghie sui miei seni". Cosi' piena di passione lei appare nel rito, priva di disgusto e vergogna…" – Kulacudamani Tantra 

Jose'&Resya – TantraLove

Gli autori di questa pagina sono José & Resya Satchitshanti.