La mancanza di Intelligenza Emozionale della nostra Epoca

Non passa giorno che non si verifichi un fatto di sangue che riguarda la famiglia/coppia. Molto spesso sono uomini che usano violenza alle donne, qualche volta la violenza e' al contrario come quella donna che aveva l'abitudine di sfregiare i volti degli ex con l'acido. In qualunque modo sia questo evidenzia la enorme incapacita' della nostra epoca e societa' attuale di far transitare una INTELLIGENZA EMOZIONALE.

Abbiamo in occidente una forte intelligenza tecnica e mentale, che produce anche aspetti molto lodevoli, ma una bassa intelligenza sulle emozioni che ci attraversano.. 
Questa scarsa intelligenza emozionale, che ci potrebbe far comprendere come funziona il nostro corpo emozionale, quali meccanismi si innescano, cosa sono le emozioni, e' di fatto la principale responsabile sistemica della realta' che ci circonda.

Quindi ancora prima dei responsabili come uomini o donne e' proprio il nostro sistema sociale a non funzionare, un sistema sociale che induce fortemente all'errore, anche se in ultima istanza abbiamo sempre la possibilita' del libero arbitrio.

Uomini e donne, parlando dei grandi numeri, hanno difficolta' ad elaborare le emozioni, e quando cio' si manifesta in un tema molto delicato come la coppia, diventano guai seri.

A quel punto uomini e donne possono essere indotti a veicolare la loro violenza e rabbia, che ha radici nella mancata elaborazione delle loro emozioni, ed e' quello che succede nella maggioranza dei casi, come possiamo osservare dalla cronaca, ma anche dalle ricerche statistiche.

Solo che questa veicolazione della violenza viene esplicata in modo diverso, perche' uomini e donne sono diversi. 

Gli uomini manifestano la loro incapacita' di elaborazione, che deriva da un sistema sociale ormai fallace, attraverso la violenza fisica. Il fisico, e la violenza legate al primo e al terzo chackra sono negli uomini radianti, cioe' potenti, e in questo modo prevalente si manifesta quando si attivano i demoni personali.
Spesso gli uomini dopo questa espressione di violenza, si uccidono poi loro stessi, come leggiamo nella cronaca, cioe' rivolgono contro di loro questa rabbia inelaborata.

Le donne sviluppano in altro modo la loro violenza, e la conseguente incapacita' di elaborazione delle emozioni, perche' differenti sono i chackra radianti del femminile. Difficilmente la violenza femminile di manifesta in un omicidio fisico, perche' le donne uccidono attraverso la mente e la psiche, chackra radiante e potente nel femminile.
Spesso manipolano in forma macchiavellica il sistema stesso, in particolare il sistema giuridico, contro gli uomini mettendo in atto un piano spietato e perfido, attraverso lo Stato, per annientare il maschile.
False denunce di stupro, bugie nei comportamenti, storture nelle dichiarazioni, attivando un meccanismo giuridico, con cause che possono durare decenni, al fine di distruggere psicologicamente ed economicamente l'ex compagno/marito/amante.

I risultati di questi atti criminali al femminile sono stati descritti da molti giudici.

Il giudice Carmen Pugliese ha detto “Solo 2 su 10 accuse di violenza sono vere. Gli altri sono usati come ricatto contro i mariti”. Gian Ettore Gassani, presidente dell’AMI (una delle principali associazioni di avvocati) dice: “E ‘una situazione di emergenza, i giudici di Roma hanno stabilito che il 75% delle accuse contro l’ex-coniugi sono false, fatto con lo scopo di ottenere vantaggi”. Il giudice Barbara Bresci ha aggiunto: “Molto spesso le accuse vengono utilizzate per ottenere i bambini e gli alimenti”. Il giudice Monica Magi ha detto: “Potrebbe sembrare incredibile che si usano false accuse di abusi sessuali e del bambino … quasi sempre fatto da donne che tentano di rimuovere i padri”.

Lo psicologo Sara Pezzuolo dice: “Le false accuse di violenza e di abusi sessuali costruiti per eliminare l’ex-partner sono tra il 70% e il 95%”. Luca Steffenoni, esperto di crimine, ha calcolato in un libro che le false accuse sono utilizzate nell’86% dei divorzi. Una ricerca del Prof. Camerini ha mostrato che in Italia l’80% delle persone accusate di pedofilia sono padri, ed essi risultano essere innocenti nel 92,4% dei casi.

Questi tipi di atti criminali della rabbia femminile pero' non fanno notizia, non fanno vendere i giornali, non si finisce in prima pagina a titoli cubitali come invece quella di una donna bruciata da un uomo, fatto di solo qualche ora fa sbandierato pomposamente da tutti i mass media, ma sempre di profonda violenza e rabbia stiamo parlando. 

L'origine e' la stessa, non c'e' differenza, una mancanza di rielaborazione delle emozioni e del lutto della separazione che genera ira che poi pero' si manifesta in due modalita' diverse.

Finiamola quindi con il gioco finto, non autentico e perverso della vittima e del carnefice. Le donne vittime, gli uomini carnefici.
Questo va bene per i rotocalchi alla Novella 2000 da leggere annoiati sotto l'ombrellone, ma non ad una analisi seria di chi vuol comprendere cosa succede realmente intorno e cosa succede dentro noi stessi..

Il Tantra ha sempre identificato fin dalla notte dei tempi l'importanza di riconoscere le proprie emozioni, e prendere contatto con i propri demoni, per comprendere se' stessi, ed uscire dalle secche dell'inconsapevolezza, e dalle trappole dei comportamenti reattivi.

"..L'ape raccoglie i nettari da molti fiori per unirli in un unico sapore. Una vista che comprende tutto lo spazio distrugge la brama di una visione parziale..” Mahamudra Tantra

"…Quando per l'assenza di limitazioni, l'aberrazione del funzionamento della mente causato dal non-riconoscimento della natura essenziale cessa, gli stati quali l'ira, la disillusione ecc. appaiono come delle semplici espressioni della Coscienza ….." – Abhinavagupta

Jose'&Resya – TantraLove

Gli autori di questa pagina sono José & Resya Satchitshanti.