La Sacralita’ della Sessualita’

Noi tutti siamo nati in virtù del Principio del Piacere.
Se riuscissimo a vivere il piacere senza evadere le leggi civili e penali della società in cui viviamo, saremmo tutti felici.
La sacralità di una nascita, avvenuta proprio per un atto di piacere dei nostri genitori, non è minimamente tenuta in considerazione. La nascita è un evento Sacro, ma quasi nessuno presta attenzione a questo fatto.

Che poi, una coppia faccia l'amore senza volere obbligatoriamente creare un una nuova vita, è una scelta.
Esiste una enorme differenza relativamente alla considerazione del sesso tra oriente ed occidente, indipendentemente delle religioni.
In India è esistito ed esiste tutt'ora il Kamasutra che, per inciso, non è formato da una serie di strane posizioni, ma ogni postura ha una valenza energetica ben specifica.

La stessa cosa vale per certi ordini di donne e uomini consacrati in Templi in cui si pratica del sesso Sacro. Ogni persona ha ricevuto una serie di informazioni, ha eseguito meditazioni, si è forgiato a conoscere del sesso quanto in occidente nemmeno si sogna.
L'occidente ha del sesso un'idea del tutto sbagliata, non solo, ma di esso ne ha paura!
Esistono leggi che farebbero ridere coloro che vivono in oriente. Ma qui, tra occidentali, il sesso viene considerato in due o tre modi diversi: Legalizzato (?)…Abusivo…(?)…Pornografico (?).

Se tra maggiorenni si volesse disquisire sulla sessualità troveremmo mille idee diverse e quasi tutte dettate da una "morale" che nessun Dio ha mai dettato.
È stato l'essere umano ad imporre certe regole, un po' per paura e molto per ignoranza.
L'energia che si scatena durante un rapporto sessuale, è la più potente che esiste a disposizione dell'essere umano, tant'è che gli è permesso di concepire e di dare origine ad un nuovo/a nato/a.
Ma se il rapporto sessuale fosse indirizzato, per esempio con un intento specifico per facilitare, per esempio, una guarigione, saremmo considerati degli illusi o dei depravati.

Diversamente avviene in India, in Nepal ed in Tibet, dove la cosiddetta "magia sessuale" è una condizione che rientra nella conoscenza millenaria e nella quotidianità di uomini e donne. Non che tutti sappiano praticarla, occorrono anni di dedizione, attenzione, meditazione prima di eseguire il primo Rituale di quel genere.
Anche i nativi Americani conoscevano la Sacralità della sessualità e la usavano per ottenere vantaggi per la tribù oppure per favorire la caccia.
Ovviamente solo coloro che erano stati abilitati a tale pratica.
Parlare di "magia sessuale" in occidente è come dire che si va a cena con un Marziano!
Ho iniziato questo articolo parlando del Principio del Piacere.
Se questo non fosse vero…noi non esisteremmo.

Non ha importanza se la gravidanza è avvenuta perché ricercata oppure per "caso", ma il caso non esiste. Siamo sempre noi, anche se involontariamente a causare quanto avviene.So bene che vi sono state donne rese gravide a causa di una violenza, ma se hanno tenuto il bambino, evidentemente ha prevalso l'amore per la vita.Anche queste donne, per quanto possa sembrare paradossale, si sono causate la violenza, dalla quale però hanno tratto qualcosa che altre non capirebbero.

Un giorno ho sentito dire da un Frate Gesuita che gli organi genitali non sono dei giocattoli e che dovrebbero essere usati al solo scopo di procreare.
Esistono però diversi modi di procreare, uno, il più conosciuto, è quello di fare figli, altri non conosciuti dagli occidentali per procreare occasioni, addirittura figli esclusivamente formati da un nucleo energetico senza un corpo fisico.
Questa affermazione so che potrebbe far imbestialire diverse persone, ma ho avuto personalmente occasione di constatare ciò che ho appena scritto.
Non sono un visionario e nemmeno mi lascio suggestionare da "maghetti".
Le persone che ho conosciuto facevano parte di una Via Iniziatica Sud Americana. Via che esiste da oltre tremila anni.

Tanto per raccontare un fatto, alcuni anni or sono, un giornalista Inglese riuscì a farsi ricevere in un monastero dove erano istruite le fanciulle per esercitare con il sesso qualche cosa di diverso che non la solita sc…..ta.
Il giornalista era oltremodo scettico ed anche un po' ironico con la donna che insegnava e che stava intervistando. Fu allora che con un sorriso la Sacerdotessa gli propose di provare.
Lui accettò immediatamente data la bellezza della donna.
Lei gli disse in quale posizione sarebbe avvenuto l' "esperimento".
Lui accettò felice…
L'unica cosa che ricordava era che dopo circa due o tre minuti di amplesso si è sentito una scossa che gli percorreva tutta la spina dorsale poi…il nulla.

Si svegliò 24 ore dopo. L'astuta donna durante l'amplesso gli scaricò una scossa talmente forte che lo fece svenire.
Il giornalista onestamente pubblicò quanto gli era successo, avvertendo i suoi lettori di non criticare più quanto si diceva a proposito di sesso Sacro.
Oggi esistono libri che parlano di "magia sessuale", ne ho sfogliato uno, che pena! Non era altro che una presa in giro, dato che lo scrittore, da quanto ho letto, non conosceva nemmeno la terminologia specifica della materia di cui pretendeva esporre.
Questo articolo mi è stato consigliato di scriverlo proprio da una donna, che seguiva una Via orientale con suo marito e che aveva trovato nella sessualità molto di più che non il solo piacere, che peraltro conosceva da anni.

La via prendeva spunto dal Tantra ma era specificatamente rivolta alle coppie che volevano approfondire la loro conoscenza sulle potenzialità dell'energia sessuale.
Sulla sessualità esistono crimini ancora oggi perpetrati come l'infibulazione, che consiste nell'asportare il clitoride alla bambine. La ragione pare essere di natura religiosa.
Voglio terminare questo articolo solamente con un'affermazione:"Vivi il piacere e lascialo vivere".
Il tuo piacere è il piacere del partner.

Paolo Oddenino Paris

Gli autori di questa pagina sono José & Resya Satchitshanti.