Le Donne e il Tantra

Molti nostri allievi maschili ci riportano alcune testimonianze degne di nota. Quando si confrontano con loro amiche sul percorso tantrico che stanno frequentando ci riportano, in maniera davvero molto frequente, che le donne hanno una reazione di soprassalto, sono esterefatte, e generalmente manifestano apparentemente una forte ritrosia e perplessita'.

Non parliamo quando poi magari, presi dall'entusiasmo per il percorso tantrico che stanno frequentando, cercano di invitare a condividere questa coinvolgente via spirituale della crescita del se'. 
"..ma sei matto?…" "no no assolutamente!…". 
Strano, perche' le donne sono le principali persone che usufruiscono dei percorsi di crescita, basta osservare le massicce presenze femminili all'interno di un corso olistico..

Stessa cosa succede alle nostre allieve femminili. Quando condividono che stanno frequentando un percorso di crescita spirituale di Tantra con le amiche, subito queste cercano di dissuaderle e sono molto perplesse e intimorite, "…ma sei impazzita?.."

Poi pero' ci riferiscono i nostri allievi, maschili e femminili, che, pur manifestando perplessita', poi in realta' sotto sotto esiste una forte curiosita' e vengono tempestati di domande sul percorso tantrico. Atteggiamento altalenante e ambiguo. E' come se molte donne fossero da un parte spaventate dal percorso tantrico, ma dall'altra intuiscono che nasconde una gemma preziosa, la loro possibilita' di liberazione.

Lo notiamo anche noi osservando le domande piene di ansia che ci vengono rivolte nelle email informative.

Come mai ?

Noi crediamo che sia dovuto al fatto che la Via Tantrica, a differenza di altre, include nel percorso di crescita del se' tutte le nostre energie, compresa tra i vari aspetti energetici della via del Tantra, anche la possibile esplorazione dell'energia dell'Eros, l'energia per una donna piu' trasmutativa che esista. Il Tantra indica cone l'energia dell'Eros sia una delle nostre componenti che sia possibile attraversare nella conoscenza del se'.

Anzi, alcune donne, forse prese da alcuni stereotipi comuni, immaginano immotivatamente che questo sia l'unico aspetto che viene sviluppato nel Tantra. Quello che bisognerebbe capire che l'esplorazione del primo chakcra e' solo uno degli espetti affrontati nel Tantra.
Questo spaventa, anche se erroneamente, molte donne che spesso hanno degli irrisolti e dei sospesi con la sessualita', perche' non sono libere.

E' tipico della nostra societa' occidentale che permea tutto quanto di giudizio e pregiudizio, spesso infondato.
Il Tantra indica che le donne sono le piu' vicine alla via Tantrica per costituzione, per attitudine e per organizzazione energetica dei centri sottili.

”….La Donna crea l’universo, è il corpo stesso di questo universo. La Donna è il supporto dei tre mondi, è l’essenza del nostro corpo. Non esiste altra via oltre a quella che la Donna ci apre. Non c’è mai stato né ci sarà mai, né ieri, né adesso, né domani, un altro tesoro oltre alla Donna, né regno, né pellegrinaggio, né yoga, né preghiera, né mantra, ne’ ascesi, né appagamento quanto quello prodigato dalla Donna.…” – Shaktisangama Tantra

Pero' nella nostra societa' patriarcale piena di giudizi, e' transitato il concetto erroneo in molte donne che il Tantra sia una via spirituale immonda, proprio perche' esplora oltre le sei energie (trascendenza, meditativita', espressivita', affettivita', radianza, emozionalita') anche la sessualita'. Si e' annidato in  molte donne il senso di colpa, vergogna, peccato, sporco, la negazione del piacere per effetto di secoli di patriarcato, ma il risveglio della dea nella donna passa anche dal Tantra, via che e' nata all'interno del Matriarcato.
Questo giudizio negativo, fuori luogo e gratuito, colpisce proprio prevalentemente le donne, perche' hanno assorbito piu' che altro dalla filiera femminile (madri, sorelle, nonne ecc.) il concetto della sessualita' come qualcosa di sporco e disdicevole. Frutto di un paio di millenni di pregiudizio cattolico.

Tutto cio' ostacola, ma ovviamente non impedisce, un migliore accesso delle donne a questa trasmutativa via spirituale di crescita personale, ed e' un vero peccato, perche' preda di pregiudizi immotivati, molte donne si tagliano fuori da un percorso esperienziale e spirituale di grande efficacia a priori, perdendo una occasione per poter diventare veramente libere e di superare la diffidenza.
Altre donne invece che riescono a superare i preconcetti e gli stereotipi, apprezzano poi fortemente questa via di conoscenza del se', e si trovano poi immerse in un emozionante percorso di liberazione. Piu' di una volta abbiamo sentito dire, "..per fortuna, nonostante le mie ritrosie, mi sono iscritta, e ora posso godere degli effetti positivi, mi sento libera …".

Il Tantra rompe gli schemi e uno degli schemi da rompere nella nostra societa' tra i tanti e' che l'energia dell'Eros sia disdicevole e sporca.

Jose'&Resya – TantraLove

Share This

Share this post with your friends!