Perche’ la Sessualita’ rappresenta una via ineludibile

"…..I filosofi tantrici ci raccontano che al momento del concepimento una scintilla di beatitudine si unisce con una goccia dei fluidi generativi femminili e maschili, formando una scintilla di Piacere che è il nucleo del nuovo essere. Nell’intera genesi di un essere umano è presente quindi un elemento di piacere metafisico: il Sé interiore o l’Essenza….."

"….Questa beatitudine che è presente nel momento del concepimento di un essere umano rimane lì, nel suo recesso più intimo, nel suo cuore per sempre, come un ponte che gli indica la via del ritorno, un ponte che può riportarlo indietro alla Prima e Ultima realtà…."

da Miranda Shaw, Illuminazione Appassionata

Noi fondamentalmente nasciamo da un atto orgasmico che sigilla fin dal suo nascere l'essere concepito. In pratica noi siamo generati da una scintilla di piacere che nell'unione di Shiva e Shakty materializza prima il concepimento poi il bambino e poi l'uomo. Possediamo tutti quindi un legame primordiale con il piacere e con la bellezza.

Come ben conoscono anche gli scienziati della Fisica quantistica cio' che genera un inizio sancisce un imprinting per sempre.
E questo vale per tutti, nessuno puo' eludere questa verita', anche se pero' la si puo' dimenticare.

I bambini molto piccoli , non ancora inficiati dalla societa' castrante moderna , conoscono bene la vicinanza tra corpo e piacere , traendo gioia per ogni singolo atto che loro compiono. Poi man mano che crescono perdono progressivamente questo contatto con il piacere. 

Preti, Bramhini, Imam, che tanto si sbracciano rispetto alla sessualita' bollandola come peccaminosa e disdicevole,  sono anche essi sottoposti alle legge della beatitutine del concepimento sessuale primordiale e del legame conseguente che la sessualita' ha con la nostra vita.

Jose'&Resya – TantraLove

Gli autori di questa pagina sono José & Resya Satchitshanti.